Ci sono casi in cui gli obblighi di legge possono divenire stimoli per una gestione più efficiente delle nostre imprese. Una recente modifica alla legge 155/2017 ha reso obbligatoria la presenza del “revisore legale dei conti” anche all’interno di aziende che fatturano non più di 2.000.000 di euro, oppure che raggiungono la media di dieci dipendenti. Il ruolo del revisore è riservato a professionisti iscritti ad albi specifici, tra cui quello dei dottori commercialisti e esperti contabili. Per noi di Thomas Consulting, l’attività del revisore non ha tuttavia solamente uno scopo di controllo, ma deve anche supportare l’imprenditore nella corretta e consapevole gestione amministrativa/contabile: solo in questo modo si può ottenere una corretta valutazione per gestire in modo corretto i processi e nei tempi congrui.