I soggetti passivi IVA i quali acquistano carburante al dettaglio e intendono ricevere la fattura dovranno comunicare i propri dati anagrafici e fiscali presso gli impianti stradali di distribuzione. Ciò consentirà di ricevere la fattura elettronica all’indirizzo telematico (PEC o codice destinatario), se questo è stato registrato preventivamente oppure, in assenza di indirizzo telematico registrato, la fattura elettronica sarà reperibile in un’apposita area del sito dell’Agenzia ove il soggetto passivo potrà recuperarla e “scaricarla” ai fini della registrazione.

Sarà opportuno dotarsi del c.d. QR-code, elemento che consente alla controparte (cedente) di acquisire automaticamente, grazie ad un apposito lettore, i dati anagrafici, il numero di partita IVA e l’indirizzo telematico dell’acquirente.

Lascia un commento